Comunicato Stampa
 
 
L’ÂGE D’OR_ LUCILLA CANDELORO
Pittura contemporanea alla Pinacoteca di Trevi (PG)
 
Lucilla Candeloro riattualizza alcune immagini tradizionali della collezione permanente del museo restituendo, attraverso lo sguardo pittorico, nuovi punti di vista sui drammi di oggi.
 Il terzo appuntamento dedicato all’attualità della pittura, organizzato dal Centro per l’Arte Contemporanea Palazzo Lucarini presso la Pinacoteca di San Francesco a Trevi (PG), questa volta accoglie le opere di Lucilla Candeloro  [Lanciano (CH), 1978]. Raffinata disegnatrice e pittrice dal rapido tocco, l'artista ha creato appositamente per l'occasione e lo spazio ospitante una serie di nuovi lavori, prevalentemente a pittura, ma anche ad incisione. Facendo eco ai temi e soggetti presenti nella pinacoteca e più in generale nell'iconografia cattolica tradizionale, l'artista parla di temi di estrema attualità rilevando affinità emotive ed umane tra mondi lontani nello spazio e nel tempo.  Estraniante diviene dunque il parallelismo che il visitatore si trova ad intuire tra l'esegesi cristiana di titoli quali DeposizioneFuga dall’EgittoNativitàEsodo e le storie degli uomini e donne che vediamo sfilarci davanti attraverso il filtro dei mass media. Le basta introdurre piccole variazioni, elementi mutuati da questo nuovo immaginario della disperazione, per vedere slittare il significato e l'emotività che si attribuisce a queste nuove icone. E' così che l'iconografia della Pietà tradisce, nelle carni scure del soggetto e nelle tinte di uno chador che non ci appartiene, il compianto di un uomo morto nei barconi della disperazione. Sagome rapidamente tratteggiate di donne velate, non rievocano le vesti dei tempi andati, ma gruppi di donne musulmane che vengono verso di noi in una sintesi di forme arcaiche e contemporanee ad un tempo.
La pennellata vaporosa ed esatta ad un tempo di Lucilla Candeloro diviene dunque lo iato tra la citazione della tradizione e l'imperio di nuovi simboli e nuove storie. E lo straniamento di vedere l'"Altro", che sempre ci appare lontano e di un altro mondo,  improvvisamente familiare, vicino alla nostra cultura. Forse, paurosamente parte di noi. La mostra aprirà il 29 agosto e chiuderà il 25 ottobre 2015.
 
LUCILLA CANDELORO: nata a Lanciano (Ch) nel 1978. Vive e lavora tra Casoli (Ch) e Roma. Dopo un lungo percorso di approfondimento sul disegno eseguito anche su grandissime dimensioni ed in chiave installativa, si riavvicina alla pittura riappropiandosi di immagini del quotidiano, della natura e iconografie tradizionali con una pennellata puntuale e vaporosa. Ha esposto in numerosi contesti pubblici e privati, in Italia e all'estero. Tra questi la Galleria Cesare Manzo a Pescara, il Museolaboratorion di Città Sant’Angelo (Pe), il Complesso Museale di San Francesco di Montefalco (Pg); il Padiglione d’Arte Chiarini Carletti La Quercia di Viterbo; il Museo Civico Rivisondoli (AQ), Montoro 12 Contemporary Art, di Roma; Circoloquadro di Milano; il Museo Arcos di Benevento; Palazzo Aragona di Vasto (Ch); Opera Caldora di Pescara; Galerie des Frappant e.V. ad Hamburg in Germania; Polo Museale Santo Spirito a Lanciano(Ch); Fortezza a Civitella del Tronto (Te); Charles Donwhai Foundation ad Abidjan, Costa D’Avorio; Palazzo dei Consoli a Bevagna (Pg); Ex Consorzio Agrario di Porto Torres (Ss); Sponge Living Space di Pergola (PU); l'Istituto Italiano di Cultura di Madrid; il Museo Michetti di Francavilla (Ch); la Galleria Civica Palazzo Borgatta a Rocca Grimalda  (Al); il Complesso di Villa Fidelia a Spello (Pg); Palazzo Lucarini a Trevi (Pg); Palazzo Sanità di Toppi di Chieti. 
 
COS'E' L’ÂGE D’OR: all’interno degli spazi dedicati alle mostre temporanee della Pinacoteca di San Francesco, a cadenza variabile sono chiamati a esporre alcuni dei nomi della scena pittorica nazionale. L'iniziativa, a cura di Palazzo Lucarini Contemporary e del suo direttore artistico Maurizio Coccia e in collaborazione con la Sistema Museo, è al suo terzo appuntamento. L'hanno preceduta le mostre di Davide Querin e Nicola Maria Martino. La seguirà a novembre 2015 quella di Afranio Metelli. Diversi per anagrafe, genere e provenienza i quattro autori, sono accomunati da una grande eleganza espressiva, quasi di stampo classico che ben si accorda al confronto con gli ambienti e la proposta culturale del Complesso di San Francesco.
 
 
INFO
Titolo: L’âge d’or. Pittura contemporanea alla pinacoteca di Trevi _ Lucilla Candeloro
A cura di: Maurizio Coccia e Mara Predicatori       
Sede: Pinacoteca di San Francesco, Trevi.
Inaugurazione: Sabato 29 agosto, ore 12:00  Date: 29-08/25-10-2015
Evento a seguire: Afranio Metelli (01/11-10/01/16)
Ente patrocinatore: Comune di Trevi – Sindaco Bernardino Sperandio
Organizzazione e segreteria: Associazione Culturale “Palazzo Lucarini Contemporary”
In collaborazione con: Sistema Museo scrl
 

 

P2P #02 - DEEP
Proud to present – Deep

Silvia Argiolas, Maurizio L'Altrella, Quadreria Romantico Seriale e Fabrizio Segaricci
presentano

Adriano Annino, Antonello Sedda, Francesco Cuna, Narcisa Monni, Riccardo Cavallini, Svart1, Lucilla Candeloro, Quartierino Blatta

a cura di Arianna Beretta

Inaugurazione: mercoledì 21 maggio 2014, dalle 18.30
Circoloquadro, via Thaon di Revel 21, Milano

Con P2P, Proud to present, Circoloquadro prosegue il progetto che mescola le carte e ribalta le dinamiche che regolano l’ideazione di una mostra.
Dato un tema, l’oscurità, l’abisso, quella zona grigia, reale o psicologica, che tutti, prima o poi, ci troviamo ad affrontare, è stato chiesto a quattro artisti di riflettere sull’argomento e di scegliere e presentare due artisti a testa. Il motivo è assai semplice: vedere la pratica artistica da dentro, dalla pancia, conoscendo le difficoltà e riconoscendo la qualità e soprattutto condividere il lavoro di altri.

Gli artisti che hanno accolto l’invito di Circoloquadro sono Silvia Argiolas (che presenta Adriano Annino e Antonello Sedda), Maurizio L'Altrella (Federico Cuna e Narcisa Monni), Quadreria Romantico Seriale (Riccardo Cavallini e Svart1) e Fabrizio Segaricci (Lucilla Candeloro e Quartierino Blatta).

Una collettiva dalle caratteristiche insolite dunque, che vede quattro artisti nelle vesti di curatori e mentori di altri artisti e che si mettono in gioco in prima persona in una scelta che molte volte si allontana dalla loro personale cifra stilistica. In mostra gli artisti senior esporranno una loro opera affiancata dai lavori, da loro selezionati, dei colleghi in un confronto stimolante. Il momento di discussione che nasce intorno al progetto ha dato finora dei risultati assai interessanti e si è rivelato coinvolgente per gli artisti stessi che hanno sperimentato una modalità diversa di lettura e di selezione delle opere altrui, permettendo uno scambio di informazioni e una discussione intorno all’arte oggi assai rara.

Ovviamente P2P riporta alla mente lo schema della rete utilizzata per il file sharing, per la condivisione dei file e delle informazioni. P2P, Proud to present, gioca sulla ambivalenza dell’acronimo per lavorare sulla condivisione e la “messa in rete” degli artisti e delle loro opere in una logica di relazione e valorizzazione dei nodi della stessa.

Per l’occasione verrà inoltre pubblicato un catalogo che conterrà gli interventi di Argiolas, L’Altrella, Quadreria Romantico Seriale e Fabrizio Segaricci che preciseranno e sosterranno le loro scelte.

***

Silvia Argiolas è nata nel 1977 a Cagliari. Vive e lavora a Milano | Adriano Annino è nato nel 1983 a Napoli. Vive e lavora a Milano | Antonello Sedda è nato nel 1981 a Sassari, dove vive e lavora | Maurizio L’Altrella è nato nel 1972 a Sesto San Giovanni (MI). Vive e lavora a Milano | Francesco Cuna è nato nel 1978 a Galatina (LE). Vive e lavora a Cutrofiano (LE) | Narcisa Monni è nata nel 1981 ad Alghero. Vive e lavora a Sassari | Quadreria Romantico Seriale è un progetto nato nel 2009 sulla Via Francigena, dove vive e lavora | Riccardo Cavallini è nato nel 1971 a Padova. Vive e lavora a Vicenza | Svart1 è un progetto nato nel 2008 a Cagliari, dove vive e lavora | Fabrizio Segaricci è nato nel 1969 a Magione (PG), dove vive e lavora | Lucilla Candeloro è nata nel 1978 a Lanciano (CH). Vive e lavora a Casoli (CH) | Quartierino Blatta (Tania Zoccheddu, 1981 e Maria Paola Porcu, 1982) è un progetto artistico nato nel 2003 e operante a Oristano.

***

P2P #02 - Deep / Proud to present #02 - Deep
Silvia Argiolas, Maurizio L'Altrella, Quadreria Romantico Seriale, Fabrizio Segaricci
presentano Adriano Annino, Antonello Sedda, Francesco Cuna, Narcisa Monni, Riccardo Cavallini, Svart1, Lucilla Candeloro, Quartierino Blatta
A cura di Arianna Beretta
Inaugurazione: mercoledì 21 maggio 2014, ore 18.30
In mostra: dal 21 maggio al 18 giugno 2014
Catalogo in mostra: testi di Arianna Beretta, Silvia Argiolas, Maurizio L'Altrella, Quadreria Romantico Seriale, Fabrizio Segaricci
Orari: da lunedì a venerdì dalle 15 alle 19, o su appuntamento
Informazioni: info@circoloquadro.com , Tel. 02 6884442, 339 3521391
Circoloquadro, via Thaon di Revel 21, Milano

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 COMUNICATO STAMPA
 
LUCILLA CANDELORO
 
Inaugurazione sabato 8 marzo 2014
ore 17,30
 
La Galleria Cesare Manzo è lieta di ospitare nei propri spazi la personale di Lucilla Candeloro.
L’artista lavora con video e fotografia e benché la sua specificità rimanga il disegno in occasione di questa mostra presenta la sua ultima produzione ad olio realizzata nello studio di Casoli (Ch) nel corso del 2013, una serie di 30 opere su carta ed una tavola, dove ritrae con forte tono realistico la natura e i paesaggi che la circondano: boschi, montagne, marine. Paesaggi silenziosi, classici, senza tempo dove la natura sfoggia le sue tonalità più ricercate e dove le stagioni sembrano scorrere indifferenti una dopo l’altra in una dimensione eterna. Lucilla Candeloro ritrova in questa produzione tonalità e sfumature che come dice Giacinto Di Pietrantonio nel testo in catalogo, “sono quelle che ha intorno a se in senso culturale, perché avendo studiato all’Accademia di Bologna questo ci fa venire in mente che la sua tavolozza piena di tonalità dei grigi e di ocre come il silenzio sospeso degli spazi ha qualcosa di morandiano.” E prosegue “benché il realismo della sua pittura ci permette di individuare le stagioni e quindi lo scorrere del tempo naturale [ ] i paesaggi che vediamo ritratti nelle sue pitture ci appaiono come qualcosa di pietrificato come qualcosa che è lì da sempre e che lì sarà sempre”.
Aperto tutti i giorni dalle 10.30 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30 - Chiuso domenica
Galleria Cesare Manzo
Via Umbria 48
65122 Pescara

info@galleriamanzo.it

Download
ISIDE CONTEMPORANEA cat.pdf
Documento Adobe Acrobat 2.4 MB

PREVIEW

 

Lucilla Candeloro, Federico Guerri, Riccardo Gusmaroli, Alessandro Procaccioli, Alia Scalvini

 A cura di Ursula Hawlitschka

 27 Giugno – 7 Settembre 2013

 

Inaugurazione: Giovedi 27 Giugno ore 18,30

 

La galleria Montoro12 Contemporary Art è lieta di presentareuna mostra collettiva dedicata a giovani promesse dell'arte contemporanea. Nella mostra, dal titolo “Preview ” si vuole portare all'attenzione dei collezionisti e degli appassionati il lavoro di artisti quali Riccardo Gusmaroli, Federico Guerri, Alia Scalvini, Alessandro Procaccioli e Lucilla Candeloro, alcuni dei quali saranno protagonisti delle prossime personali in galleria, che pur mediante l'utilizzo di tecniche e linguaggi artistici molto diversi tra loro, si sono confrontati con tematiche che da sempre rappresentano una complessa sfida per il mondo dell'arte. Temi come lo spazio, il viaggio, il gioco vengono affrontati da questi artisti nei loro lavori, ottenendo risultati che producono un forte impatto nello spettatore.

 

Per Riccardo Gusmaroli (1963), artista già affermato a livello nazionale ed internazionale, che ha da poco esposto ad Art Basel, ogni materiale è uno spunto per realizzare lavori. Per questa mostra

ha realizzato due opere, una della sua serie forse più conosciuta, una mappa del mondo in foglia d'argento circondata dai suoi vortici di barchette di carta e un lavoro realizzato con carta piegata che ha come soggetto il Prigioniero Morente di Michelangelo.

 

Federico Guerri (1972) si è formato in ambito scultoreo ed è poi passato all'utilizzo della grafite su tela naturale, due elementi che creano una danza calibrata di estrema raffinatezza intrisa di sostanza poetica, mentre i suoi lavori su ardesia incisa spostano il livello dell'opera verso la fisicità.

 

Alia Scalvini (1980), già vincitrice del terzo premio al Terna Prize 02 e selezionata per il Premio Celeste e per il Premio Campigna, è particolarmente interessata alla presa di coscienza rispetto allo spazio e per questo utilizza per i suoi lavori i più diversi tipi di supporto, dal video alla carta carbone.

 

Il lavoro di Alessandro Procaccioli (1978) si sviluppa intorno al concetto del gioco, offrendone angolazioni e punti di vista diversi, abbracciando i concetti di brio e noia che spesso si legano ad esso, le varie angolazioni di osservazione proposte allo spettatore richiamano gli aspetti sociologici, psicologici e filosofici del gioco stesso.

 

Lucilla Candeloro (1978), con i suoi alberi arsi, ci conduce all'interno di un universo poetico che ispira una sensazione di “panico”, nella prospettiva però che il senso di “salvezza” riesca comunque ad affermarsi grazie vuoi alla luce e vuoi all'andamento ascensionale all'interno delle singole realizzazioni.

 

La mostra sarà inaugurata il 27 giugno 2013 alle ore 18,30 alla presenza di alcuni degli artisti e si protrarrà fino al 7 settembre con orario 15 – 20 dal martedì al sabato.

CORPO 

 

Il quinto appuntamento sarà presso il MAAAC di Nocciano, nella giornata di domenica 5 maggio a partire dalle 17.30. In occasione della riapertura della Pinacoteca permanente la performer Sinaida Adriani realizzerà l’azione il CORPO/Libro-firma e a seguire ci sarà l’incontro-dibattito Guglielmo Achille Cavellini di passaggio a Pescara con Piero Cavellini, responsabile dell’Archivio Cavellini di Brescia. Per l’occasione saranno presentate le video-performance di GAC: A day in a genius life (1982), The cow (1982), From the page of the Encyclopedie (1982), Cavellini in California (1980) e Cavellini a New York (1982).

L’aperitivo sarà animato dalle azioni performative i CORPI/Vassoio.

La serata proseguirà con la performance Searching me (2013) dell’artista, nonché scrittrice Maura Chiulli. Di origini pescaresi, scrive per il Corriere di Romagna nella rubrica Gay and the city sul mondo e la cultura Lgbt. E’ editorialista per diversi portali di informazione, ha pubblicato i suoi racconti su celebri riviste di letteratura e cinema (Fermenti, Prospektiva, Nocturno), fino ad aggiungere ai suoi linguaggi quello performativo. Searching me (2013) è la ricerca di sé, in dodici minuti, attraverso un’estenuante percorso introspettivo. Dalla donna dello stereotipo, dalla femminilità affettata e socialmente determinata, ad una donna che disegna autonomamente i propri contorni, riconciliandosi con l’immagine più autentica di se stessa, libera da ogni pregiudizio. La performance, tra gesti disperati e apparentemente finali, diventa un’ambizione universale, una sfibrante ricerca di verità. A chiudere la serata in chiave ironica e carnascialesca lo showdragQueen di Lady Kristal che presenterà Vogue (2013). Personalità estremamente creativa per via della sua formazione nel campo delle arti visive, inizia l’attività di drag Queen nel 2012 partecipando a Miss drag Queen Abruzzo. Attraverso il riferimento al video-clip e al testo della canzone della cantautrice americana Madonna, lo show esorta all’evasione dalla monotonia della vita quotidiana verso la musica e la pista da ballo, invitando le persone ad interpretare personaggi dello star system della moda. La riapertura della Pinacoteca, chiusa dalla data del terremoto che colpì la Regione, avverrà con l’esposizione di opere legate al tema del corpo e del linguaggio performativo e con nuove acquisizioni e importanti prestiti del MAAAC, di seguito l’elenco degli artisti presenti: Eliseo Mattiacci, Pietro Cascella, Hermann Nitsch, Joseph Beuys, Getulio Alviani, Ugo La Pietra, Antonio Mancini, Concetto Pozzati, Lidia Tropea, Leo Herrera, Nabil Al-Zein, Padraig Timoney, Mario Ceroli, Lorenzo Boggi, Pino Zac, Andrea Pazienza, Francesca Fini, Kyrahm e Julius Kaiser, Pierluigi Fracassi, Giovanni D’Agostino, Matteo Fato, Jukuky e Lucilla Candeloro.

 

http://abruzzoinarte.it/arte/terza-edizione-di-corpo-festival-delle-arti-performative

FUORIUSO 2012

Fuori Uso in OperA
A cura di: Giacinto Di Pietrantonio
Ideazione: Cesare Manzo

 

7 luglio - 7 settembre 2012

Aperto tutti i giorni dalle ore 18,30 alle 22,30. Chiuso lunedì.

Ingresso gratuito.

Cantiere Caldora Opera, Via Lo Feudo Pescara

  •  
    Fuori Uso, la mostra d’arte contemporanea dal profilo internazionale, trova un nuovo spazio espositivo in OperA, il progetto architettonico firmato dall’archistar Mario Botta. Uno spazio “Fuori Uso” non nel senso di dismesso, in disuso, come accadeva nelle passate edizioni, ma non ancora “in Uso”. Opere d’arte contenute in un OperA architettonica in fase di realizzazione da parte della Caldora Immobiliare Costruzioni.

    Una trentina gli artisti in mostra, provenienti dall’Italia e dal mondo: Mario Airò, Joseph Beuys, John Cage, Pierluigi Calignano, Lucilla Candeloro, Giuseppe Chiari,Cai Guo-Ciang, Gino De Dominicis, Christelle Familiari, Matteo Fato, Flavio Favelli, Alberto Garutti, Justin Lowe, Marco Lullo, Filippo Tommaso Marinetti, Greta Matteucci, Adrian Paci, Michelangelo Pistoletto, Emilio Prini, Remo Salvadori, Sergio Sarra, Mario Schifano, Ettore Spalletti, Enzo Umbaca, Luca Vitone, Sislej Xhafa.

Inaugurazione Sabato 7 luglio 2012 ore 19,00

 

CATARSI IN NERO 2012

Betulle argentee, 2011
Betulle argentee, 2011

 

Mostra personale a cura di Enzo De Leonibus con il contributo critico di Domenico Spinosa

 

12 luglio - 8 settembre 2012

 

MUSEO LABORATORIO  di Arte Contemporanea Ex Manifattura Tabacchi 

Vico Lupinato 1, 65013 Città Sant'Angelo (Pe)

Aperto tutti i giorni dalle ore 19,30 alle 23, 30. Chiuso Lunedì e Martedì. Ingresso gratuito

 

http://www.museolaboratorio.org/

 

 

 

 

XLV PREMIO VASTO 2012

PERCORSI DI FIGURAZIONE OGGI

a cura di Carlo Fabrizio Carli

 

14 luglio - 28 ottobre 2012

 

Orario visite:

Luglio e Agosto 18.00/23.00
Settembre e Ottobre 17.00/20.00

Domenica anche 10.30/12.30
Lunedì chiuso

Scuderie di Palazzo Aragona
Via San Michele, Vasto (CH)

Ingresso gratuito

http://www.premiovasto.it/it-it/home

 

 

 

 

"Roots/Radici" Madrid 2009